Gli Ammirabili Segreti di Alberto il Grande

Prezzo di listino €10,00

 

 

Sant’Alberto (1193-1280), monaco domenicano, fu detto “magnus” (il grande) per l’eccellenza del suo ingegno e per la fama derivata da una vita estremamente intensa. Gli Ammirabili segreti, opera curiosissima a lui attribuita ma considerata apocrifa, è suddivisa in sei libri:

1) Trattato della generazione

2) Trattato delle erbe, delle pietre, degli animali e delle meraviglie del mondo

3) Trattato degli escrementi

4) Trattato di fisiognomia

5) Trattato dei giorni felici e disgraziati

6) Commentari sulle febbri maligne e contagiose.

L'autore afferma di aver «letto e riletto gli antichi manoscritti e gli antichi libri e […] scoperto così gran numero di meraviglie. Nonostante, una constatazione oltrepassa quasi i limiti dell'intelligenza: l'inclinazione dell'uomo per il soprannaturale e per le pratiche magiche. Riflettendo, [egli ha] dovuto convenire con Avicenna che l'uomo ha in sé una certa potenza insita che lo rende capace d'influire sugli eventi e sulle persone, allorché odi o ami con eccesso. L'esperienza insegna che allorché una persona sia dominata ciecamente da una passione, arresta o cangia, per così dire, il corso degli eventi in maniera conforme al suo desiderio. […] Ciò dimostra la giustezza dell'opinione popolare che attribuisce ad eccesso di affetti gl'incantesimi e i sortilegi. Insomma tutto ciò che si considera meraviglioso, soprannaturale e che è conosciuto sotto il nome di magia, proviene dalla volontà umana sorretta da alcuna influenza celeste in momenti determinati».