Codex Yhwh. Vol. 1 - Alessandro De Angelis

Prezzo di listino €14,90

Una ricostruzione ricca di riscontri nella storia antica sulle vicende raccontate nell'Antico Testamento.
Codex YHWH è la ricostruzione di uno dei periodi più importanti della storia dell'umanità. Il volume tratta, tra le varie ricerche, l'identificazione dell'Adamo biblico con un re sumero e la caduta di una cometa che precipitò intorno al 3000 a.C. sulla Terra, generando il mito del Diluvio Universale in molti paesi dei continenti terrestri.
Questa catastrofe avrebbe indotto due tra i figli di Noè ad emigrare verso l'Egitto, dando origine alla dinastia dei faraoni, a partire da Narmer, e al processo di formazione degli dèi egizi, tutti accuratamente individuati - in questo studio - tra i discendenti di Noè.
Nel libro l'autore identifica i patriarchi biblici con mitannici di sangue reale, a partire da Sarah, sorella di Abramo e figlia del re Parsasatar, colui che venne sconfitto nella battaglia di Megiddo dal faraone Thutmose III. Secondo la ricerca esposta nel libro, Sarah avrebbe sposato il faraone egizio, dalla cui unione sarebbe nato Isacco, padre di Giacobbe, di sangue reale mitannico-egizio.
Altra tesi del libro è la cospirazione che sarebbe avvenuta ai danni del faraone Thuitmose IV probabile cugino di Giacobbe, alias re Artatama di Mitanni, da parte del patriarca biblico Giuseppe.
Dalla ricostruzione storica emerge un faraone - Amenhotep III - figlio della mitannica Mutemuia e di Giuseppe, entrambi figli del re Artatama. Amenhotep III sarebbe stato padre non solo del faraone eretico Akhenaton, ma anche di Mose.
La ricerca si conclude analizzando il sincretismo tra il dio biblico Adonay e Aton; sincretismo che trae le sue origini dalla figura del dio sumero del sole Utu e del dio lunare Nanna. Uno studio grazie al quale viene spiegalo il motivo per cui la Chiesa e la massoneria si siano spesso avvalse della simbologia egizia, dalle piramidi agli obelischi fino all'occhio di Horus.