Dispiegare Pistis Sophia. Il Codice Askewianus - Rocco Bruno

Prezzo di listino €17,90

Questo libro ripropone un testo antico che è stato nascosto per secoli, a causa del contenuto scottante e in contrapposizione con i valori della chiesa cattolica del periodo delle Crociate.
Pistis Sophia, o Libro del Salvatore, e' un testo scritto in lingua copta che da più parti si tende a farlo risalire alla seconda meta' del III secolo.
Il manoscritto appare per la prima volta a Londra nel 1772 e viene acquistato dal bibliofilo A. Askew, per questo è conosciuto anche come Codex Askewianus.
Il Pistis Sophia andò perduto con l'estinguersi dello gnosticismo a causa delle crociate che la chiesa cattolica mosse verso questa forma di eresia: qualcosa in contrapposizione alla Chiesa, che metteva ne in discussione il "potere", la credibilità e avrebbe messo in luce la falsità del presunto mandato di "Pietro", mai realmente avvenuto.
Quella proposta qui è un'interpretazione del tutto personale, non suffragata da nessuna tesi esistente in precedenza o fonte terza, un'interpretazione priva di qualsiasi fondamento scientifico o archeologico accettato.
Si tratta di un tentativo puramente "crestomantico" che viene da una "volontà" diretta autonomamente e dipendente dalla mia personale esperienza vissuta di questo vangelo e per questa ragione e' anche allo stesso tempo un'opera unica nel suo genere.
Un "sentire" che muove i suoi primi passi in autonomia e discostandosi da qualsiasi istituzione o credo religioso o filosofia accreditata.