Sirio - Giorgio De Santillana, Hertha von Dechend

Prezzo di listino €13,00

Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.
Il libro comprende la conferenza di De Santillana Sulle fonti dimenticate nella storia della scienza (Oxford, 1961), quella di De Santillana e Von Dechend Sirio, centro permanente dell’universo arcaico (Roma, 1968) e, infine, quella di Von Dechend Il concetto di simmetria nelle culture arcaiche (Venezia, 1970).
Durante la stretta collaborazione che condusse alla stesura del "Mulino di Amleto", Giorgio de Santillana e Hertha von Dechend raccontarono in varie conferenze le scoperte sensazionali che andavano via via facendo.
Sepolti in sedi editoriali difficilmente accessibili, i testi di alcuni di quegli interventi sono ora qui raccolti, e consentono al lettore di gettare uno sguardo nell’incomparabile fucina di idee da cui uscirà la loro opera capitale: «l’importanza unica» di Sirio - la più luminosa delle stelle fisse, che per più di 3000 anni sembrò non essere affetta dalla Precessione degli Equinozi - nelle antiche civiltà di tutto il mondo, da Babilonia alla Grecia, dal Medio Oriente iranico all’India, dalla Cina alla Polinesia; il «sistema di misure normate» posto a fondamento della cultura superiore arcaica, dove lunghezza, capacità e peso, strettamente collegati, sono derivati dalle uniche misure «assolute» esistenti in natura: lo scorrere del tempo e gli intervalli armonici; infine, il «mutare delle mode in storiografia», a partire dal caso esemplare del soggiorno di Eudosso in Egitto.
In un percorso dalle mille ramificazioni, queste pagine ci offrono una porta d’accesso a quel pensiero arcaico in cui il rigore della Scienza, fondato su numerus, pondus et mensura, parlava ancora il linguaggio tecnico quanto immaginifico del Mito - e contribuiscono a farci rivalutare «quei nostri remotissimi antenati che crearono proprio le civiltà superiori».