IAVÈ. Il delirio segreto di Hitler - Massimo Citro

Prezzo di listino €20,00

“Iavè. Il delirio segreto di Hitler” di Massimo Citro è un romanzo storico che ritrae intimamente i protagonisti del nazismo e i loro retroscena, intrecciando la fanta­sia con fatti realmente accaduti, come il misterioso volo di Hess in Gran Bretagna, le deportazioni, l’eugeneti­ca, la guerra.
È ancora tutta un mistero la vita del vice di Adolf Hitler, Rudolf Hess.
Quali intese aveva col nemico per paracadutarsi inaspettatamente in Scozia durante la Guerra?
Da chi è stato ucciso a 93 anni e per quale motivo, dopo quasi mezzo secolo di assoluto silenzio in prigione?
Quali segreti non doveva rivelare?
Sarà un suo collaboratore a guidarci nel grottesco mondo del Terzo Reich, fatto di perversioni e ricatti, di sogni e deliri, di pulsazioni incestuose e riti esoterici.
Sullo sfondo di una tormentata Germania esoterica e nazista alla ricerca di se stessa, il giovane Siegfried Bauer, a sua volta alla disperata ricerca della propria identità sessuale, diventa segretario di Rudolf Hess.
Ma in realtà è una spia in preda a dubbi esistenziali, coinvolta nelle complesse trame dei servizi segreti inglesi.
"Iavè. Il delirio segreto di Hitler" è un romanzo storico che ritrae intimamente i protagonisti del nazismo e i loro retroscena, intrecciando la fantasia con fatti realmente accaduti, come il misterioso volo di Hess in Gran Bretagna, le deportazioni, l'eugenetica, la guerra.
È per realizzare il sogno di uno Stato ebraico in Palestina che certi banchieri e grandi industriali s'impegnano a manovrare Hitler nel suo delirio, portandolo a identificarsi nel dio biblico che perseguita gli ebrei per guidarli alla Terra promessa?
In un susseguirsi di colpi di scena, intrighi di spionaggio internazionale e contatti medianici con Eloihm, riuscirà Bauer ad accettare se stesso e a sopravvivere al Terzo Reich?
Smarrito nel dolore dei suoi amori arsi nell'Olocausto, comprenderà la portata dei segreti custoditi da Hess?