La Scala dei Saggi, ovvero Introduzione alla Filosofia degli Antichi - F. C. van Helen (a cura di A. Boella e A. Galli)

Prezzo di listino €28,50

Nell’Opera alchimica bisogna procedere con prudenza, secondo la via del numero 10 della dottrina pitagorica, formato dall’1 (il primo Ente), dal 2 (i due contrari), dal 3 (i principi Zolfo, Mercurio e Sale) e dal 4 (gli elementi Terra, Acqua, Aria e Fuoco).

Si tratta dei 10 gradini della Scala grazie alla quale ci si può innalzare alla vera Saggezza, cioè alla conoscenza del Creatore e delle sue creature. L’autore illustra quali sono gli ostacoli più difficili, spiega perché avvengono certi incidenti e descrive il modo di evitarli. Unendo costantemente la pratica alla teoria, insegna in modo chiarissimo come procedere.

L’illustre ermetista francese Émile-Jules Grillot de Givry consigliava di meditare le sentenze simboliche che accompagnano le meravigliose tavole di «un’opera ermetica quasi sconosciuta, ma forse la più elevata e meglio ispirata che esista»: La Scala dei Saggi.

Quest’opera rara e assai ricercata dai cultori di alchimia, edita in lingua francese, pubblicata per la prima volta nel 1686, è generalmente attribuita all'aristocratico olandese Barend Coenders van Helpen (1601-1677), diplomatico e ambasciatore della regina Cristina di Svezia, ma il vero autore è in realtà il figlio di Barend, Frederik.

Con il titolo di Scala dei Saggi ovvero la Filosofìa degli Antichi l’opera conobbe due edizioni (1686 e 1689) e, con un diverso titolo, Thresor de la Philosophie des Anciens, fu stampata nel 1693.

Un adattamento dell’opera, privo di illustrazioni ma perfezionato linguisticamente, fu pubblicato anonimamente nel 1689 a Parigi con il titolo Introduzione alla Filosofìa degli Antichi di un amante della Verità.

È unanimemente attribuito a un italiano: il gentiluomo romano Francesco Maria Pompeo Colonna (1646-1726), dedito alle scienze naturali, alla medicina e all’alchimia. Tale adattamento costituisce l’oggetto della presente pubblicazione e la prima edizione in lingua italiana, aumentata delle 13 tavole figurative dell'editto princeps della Scala dei Saggi.

La ricca introduzione dei curatori comprende estratti da manoscritti inediti e fornisce rare notizie sui Coenders van Helpen e sul Colonna, compreso l’incontro che questi ebbe con un misterioso alchimista che si rivelerà essere un vero Adepto nonché il suo iniziatore.