Tecniche di Magia Greco-Egizia - Stephen Skinner

Prezzo di listino €35,00

Un’opera unica sulle radici e il funzionamento della magia, attraverso l’analisi della magia greco-egizia e di come questa sia stata trasmessa ai grimori di epoche successive.
Questo testo usa strumenti accademici per scoprire le tecniche che furono usate dai maghi greco-egizi.
L’Egitto è stato uno dei centri più importanti della magia e i papiri greco-egizi rappresentano la documentazione più chiara e ampia di alcuni suoi metodi, nonché i manuali dei maghi vissuti durante i primi cinque secoli di quest’era.
Stephen Skinner ha separato e tabulato ciascuna delle oltre 40 tecniche utilizzate dai maghi greco-egizi, rettificando errori di traduzione e mostrando il loro autentico significato.
Il risultato è molto più che una guida ai papiri: è un’indagine e una spiegazione completa del funzionamento dei vari tipi di magia greco-egizia, illustrando come e dove tali tecniche riappaiono nei grimori successivi.
Chi desidera comprendere le radici della magia, e in particolare quella straordinariamente ricca del periodo alessandrino, dovrebbe iniziare da questo straordinario libro.
Questo libro non affronta argomenti generici ma esamina in dettaglio le tecniche, i nomina magica, i materiali di consumo e gli strumenti, molto specifici e bene identificabili, che compaiono nei papiri magici greci, e anche i modi in cui venivano impiegati.
Questi papiri costituiscono l’origine di molte delle tecniche e attrezzature magiche utilizzate nella magia europea durante il Medioevo. I grimori salomonici medievali, e in effetti gran parte della tradizione magica salomonica, sia nel mondo greco che in quello latino, traggono origine dai Papiri greco-egizi, e non da qualche antico e sconosciuto manoscritto ebraico, e non solo in un senso generale o tematico, ma anche nella vera e propria trasmissione da una cultura all’altra di specifiche tecniche, parole e strumenti magici.
Questo libro utilizza i manuali scritti o usati personalmente dai maghi, e affronta questo tipo di magia come una vera e propria forma di tecnologia. Le sue fonti principali sono quindi gli antichi papiri scritti dagli stessi praticanti di magia, piuttosto che i trattati redatti dai loro successivi oppositori (prevalentemente di fede cristiana).